Psicomodena.it

Dott.ssa Chiara Rossi Urtoler

Età del divorzio e condizioni di salute

Non solo il divorzio in sè, ma anche l’età in cui esso avviene influisce sulle condizioni di salute.

Uno studio effettuato dalla Michigan State University ha rilevato che coloro che divorziano fra i 35 e i 41 anni riferiscono peggiori condizioni di salute di chi ha continuato ad essere sposato e anche di chi ha divorziato fra i 44 e i 50 anni.

La sociologa Hui Liu, analizzando 1282 soggetti, spiega tali risultati con il fatto che la pressione sociale nei confronti del matrimonio e del rimanere sposati era maggiore per le coppie delle vecchie generazioni e quindi fra queste, quelle che hanno comunque divorziato, probabilmente erano quelle più infelici e per le quali il divorzio ha costituito più un sollievo che uno stress.
Inoltre, dallo studio, emerge che non è l’essere sposato o divorziato che di per sè influisce sulle condizioni di salute, ma è il processo di transizione dal matrimonio al divorzio che provoca stress e malesseri anche fisici.

Potremmo dire che l’ultima parte dello studio sia abbastanza scontata, perchè forse tutti ci immaginavamo già che la condizione peggiore fosse proprio quella di passaggio dal matrimonio al divorzio.
Invece risulta interessante il fatto che più precoce è il divorzio, maggiore è la probabilità di un rapido peggioramento della salute. Questo non solo perchè chi divorzia prima può farlo per problemi maggiori all’interno della coppia, ma anche a causa del cambiamento dell’opinione pubblica e della pressione sociale riguardante il matrimonio negli ultimi decenni.

 

 

 

 

 

 

 

Categorie: Senza categoria


Il tuo commento verrà reso pubblico solo dopo approvazione da parte di psicomodena.it