Psicomodena.it

Dott.ssa Chiara Rossi Urtoler

Disturbo Narcisistico di Personalità

Le caratteristiche e gli atteggiamenti tipici

Chi soffre di questo disturbo di personalità può comportarsi con superbia, arroganza, disprezzo per gli altri, che ritiene sempre le cause dei suoi problemi, grandiosità nelle fantasie di successo, potere, bellezza, bisogno di ammirazione, sprezzante, falsamente umile, più attento ai figli che al partner, pieno di relazioni superficiali, spesso anche affascinante e di successo, ambizioso, competitivo, freddamente deduttivo, egocentrico, innamorato delle sue parole e delle scorciatoie che evitano la fatica dell’apprendimento.

Coloro che presentano questo disturbo ritengono di essere persone speciali superiori agli altri ed uniche: pretendono, infatti, di ricevere approvazione, ammirazione e lodi per le proprie qualità di eccellenza e restano invece persino sconcertati quando non ottengono i riconoscimenti che pensano di meritare.

Capita spesso che reagiscano alle critiche (anche solo a commenti che non sono critiche, ma che loro percepiscono come tali) con rabbia e difendendosi attaccando l’altro. Difatti, la svalutazione degli altri li fa sentire gratificati e superiori e non è solito esprimere complimenti o apprezzamenti e riconoscere meriti agli altri.

Solitamente pensa che tutti debbano essere al suo servizio e ha sempre una prospettiva e centrata su di sé, di conseguenza non riesce a mettersi nei panni degli altri, ne a capire punti di vista diversi dai suoi.Può sovente accadere che sfrutti le altre persone e le manipoli per ottenere quello che vuole, pensando che tutto gli sia dovuto.

Parla in termini di obiettivi, vittorie, risultati, sfide e alza sempre l’asticella dei propri obiettivi: nessun risultato e sufficiente per lui.

 

Convinzioni e pensieri caratteristici del narcisista:

  • “Sono una persona veramente speciale”
  • “Per questo ho diritto ad un trattamento particolare e a speciali privilegi”
  • “Non devo essere vincolato dalle regole che si applicano alle altre persone”
  • “È molto importante ricevere riconoscimento, premio e ammirazione”
  • “Se gli altri non rispettano la mia posizione sociale devono essere puniti”
  • “Gli altri dovrebbero soddisfare i miei bisogni”
  • “Gli altri non meritano l’ammirazione o la ricchezza che ottengono”
  • “La gente non ha il diritto di criticarmi”
  • “Le necessità degli altri non dovrebbero interferire con le mie”
  • “Dato che ho un talento così particolare, gli altri dovrebbero mettersi da parte per favorire la mia carriera”
  • “Solo le persone brillanti come me possono capirmi”
  • “Ho tutte le ragioni per aspettarmi grandi cose”

Nonostante la superiorità e sicurezza di sè che ostentano, in realtà la loro autostima è molto bassa ed è proprio perché non tollerano l’umiliazione e il dolore derivante da tale scarsa opinione di sé che costruiscono l’illusoria corazza della persona speciale.

Informazioni tecniche sul disturbo:
  • tipicamente ha esordio entro la prima età adulta, 
  • i tratti di tipo narcisistico possono essere anche comuni negli adolescenti e però non indicare necessariamente che in età adulta l’individuo andrà incontro ad un disturbo narcisistico di personalità,
  • circa il 50-75% degli individui a cui è stata fatta diagnosi di disturbo narcisistico di personalità è di sesso maschile,
  • il disturbo colpisce dal 2% al 16% della popolazione clinica (che soffre di disturbi) e risultano meno dell’1% nella popolazione generale.

Alcuni dei sintomi descritti si possono, però, ritrovare anche in altre patologie, è quindi in genere necessario rivolgersi a professionisti della salute mentale, come psicologi clinici, psicoterapeuti o psichiatri che possano fare una diagnosi seria ed accurata e proporre il trattamento adatto.

 

NB: esiste anche un narcisismo definito “sano”.

Per approfondire il disturbo e i vari tipi di narcisista, è utile la lettura del libro “Disarmare il narcisista” di Behary Wendy T.

Per domande o chiarimenti scrivere qui.