Psicomodena.it

Dott.ssa Chiara Rossi Urtoler

Disturbo da Avversione Sessuale

Consiste in un’avversione, e conseguente evitamento, del contatto sessuale genitale con il partner sessuale, fino al punto da riferire ansia, timore o disgusto nel momento in cui si verifica un’opportunità sessuale. Si tratta di un persistente, ricorrente o episodico rifiuto, più o meno totale, dei rapporti e dei contatti sessuali.

La risposta fobica può essere rispetto al sesso in generale, per cui si sperimentano panico e repulsione in conseguenza di sensazioni, pensieri, sentimenti o situazioni di natura sessuale ed erotica, o per aspetti specifici, quali i genitali (propri o del partner), l’atto della penetrazione (eseguita o subita) o di altre pratiche sessuali (etero- od omosessuali), le secrezioni o gli odori sessuali, la nudità, l’eccitazione, il piacere, ecc. Tale disturbo crea disagio o difficoltà interpersonali e non è attribuibile, in genere, ad un altro disturbo mentale, se non ad un’altra Disfunzione Sessuale

Le reazioni della persona esposta allo stimolo sessuale possono variare di intensità e andare da un’ansia moderata con mancanza di piacere fino ad un’estrema sofferenza psicologica . Tale disturbo, inoltre, può essere di tipo generalizzato, se la reazione di avversione sessuale è presente costantemente e al variare dei partner, o situazionale, se presente con un solo partner o solo in determinate circostanze.

L’avversione sessuale è stata riscontrata più frequentemente nelle donne che negli uomini.

Il supporto psicologico é utile per le persone e le coppie che desiderano avere una vita sessuale soddisfacente o anche per coloro che vorrebbero avere figli, ma sono bloccate da tale problema. Si andranno a valutare i bisogni ed i desideri del paziente senza cambiare o forzare le scelte personali e consapevoli della persona che richiede aiuto.

 

Per domande o chiarimenti scrivere qui.