Psicomodena.it

Dott.ssa Chiara Rossi Urtoler

Eiaculazione Precoce

Quando l’eiaculazione si presenta, in modo persistente o ricorrente, in seguito ad una stimolazione sessuale minima, oppure prima o poco dopo la penetrazione. Tale condizione crea disagio significativo e difficoltà interpersonali, in quanto l’uomo eiacula prima di quanto desidererebbe, con conseguente scarso appagamento del rapporto sessuale proprio e della/del partner (anche se la lunghezza di tempo per provare appagamento sessuale è soggettive e varia, quindi, da persona a persona). Infatti non esiste un preciso criterio per capire quando si possa parlare di vera e propria Eiaculazione Precoce in quanto non esiste assolutamente un tempo preciso e prestabilito di durata dell’eccitazione dell’uomo prima di eiaculare. Si può però dire in generale che l’uomo è afflitto da eiaculazione precoce quando l’eiaculazione avviene dopo poche spinte coitali (5-10) o prima ancora di introdurre il pene in vagina e quando tale sintomo avviene nella maggior parte degli incontri sessuali e con diverse partner.

E’ presente nel 30% della popolazione maschile ed è generalmente attribuibile a cause psicologiche, come eccessivo eccitamento, senso di colpa, inibizione relativa alla sessualità, conflittualità con il partner o con la figura femminile in generale.
Questo tipo di disturbo si osserva più frequentemente tra uomini giovani e si manifesta fin dai loro primi rapporti sessuali, ma accade anche che il disturbo insorga successivamente ad un periodo di funzionamento sessuale adeguato. In tali casi si osservano spesso condizioni di diminuita frequenza di attività sessuale, intensa ansia di prestazione dovuta al rapporto con una nuova partner, o da difficoltà di erezione che causano una perdita di controllo sull’eiaculazione.

Come per ogni altro disturbo, è sempre utile chiedere il parere di uno psicologo all’inizio della sintomatologia. Spesso infatti c’è la tendenza ad attendere che, quasi miracolosamente svanisca da sé. Ma questa attesa, in un’elevata percentuale di casi, è ciò che alimenta il disturbo. L’aiuto dello psicologo può risolvere questa disfunzione e può portare a rapporti sessuali maggiormente soddisfacenti per se stessi e per la partner.

 

Per domande o chiarimenti scrivere qui.