Psicomodena.it

Dott.ssa Chiara Rossi Urtoler

Fobie specifiche

Una fobia è un tipo particolare di paura e, proprio come possono essere tante le cose temute, possono essere tante le cose di cui si diventa fobici.

Per esempio: animali o insetti, elementi dell’ambiente naturale (altezze, temporali, acqua ecc..), sangue, ferite, iniezioni, situazioni come luoghi chiusi o aperti e affollati, ascensori, aerei, ambienti bui, malattiefobia sociale ecc..

Inoltre una fobia è diversa da una normale paura per 3 motivi:

  1. la paura provata nelle fobie può dar luogo a molte delle seguenti reazioni:
    - tachicardia
    - sudorazione
    - tremore
    - respirazione rapida
    - mancanza d’aria o respiro affannoso
    - tensione e/o debolezza muscolare
    - nodo allo stomaco
    - nausea
    - formicolio
    - vampate improvvise di caldo e freddo
    - senso di costrizione o dolore al petto
    - sentire l’impulso a fuggire o scappare veramente
    - sentirsi paralizzati
    - piagere o gridare
    - pensieri ed emozioni intensi
    - preoccupazioni come “cosa succederebbe se…” o “potrei fare qualcosa di pericoloso”
    - impressione che possa accadere qualcosa di teribile
    - imbarazzo o vergogna
    - incapacità di pensare con chiarezza e agire lucidamente
  2. sebbene spiacevoli, questi segni di paura e ansia  non sono pericolosi e non mettono a rischio la vita, però portano chi ne soffre ad evitare ciò che teme o riuscire a sopportare la situazione temuta con molto malessere. Questo ha effetti negativi sulla qualità della vita e mette limiti alle potenzialità della persona che ne soffre.
  3. spesso sembrano insensate e chi non le ha trova difficile capire chi le prova perchè pensa che siano paure sciocche, infantili e immotivate. Chi soffre di una fobia specifica può anche trovarsi in un conflitto fra la consapevolezza razionale che la situazione temuta non sia poi così pericolosa e il dubbio continuo che possa invece esserlo.

Con un intervento psicologico, spesso breve e mirato, si può diminuire notevolmente la propria fobia e a non essere più limitati dalle proprie paure, iniziando ad affrontare le situazioni che prima si evitavano (ad es. ascensori, aerei, iniezioni, prelievi e visite mediche), e a frequentare i luoghi nei quali si potrebbero trovare gli oggetti temuti (insetti e animali per esempio).

Recentemente è stata introdotta una nuova tecnica utile anche nella gestione delle fobie, per maggiori informazioni vedere la tecnica della Mindfulness

 

Per domande o chiarimenti scrivere qui.