Psicomodena.it

Dott.ssa Chiara Rossi Urtoler

Il controllo delle emozioni negative

Che funzione hanno le emozioni? Cosa succede se cerchiamo di controllarle?

L’essere umano è l’unico organismo vivente ad avere le strutture cerebrali che permettono di esperire ed esprimere emozioni.
Ci sarà allora una ragione evoluzionistica in questo? Effettivamente c’è: le emozioni, che siano positive o negative, hanno una funzione ben precisa e adattiva. Per esempio, la paura mi segnala che c’è un pericolo e che devo stare attento, la rabbia che mi sono sentito calpestato o colpito, la tristezza che c’è qualcosa che ho perso o che vorrei avere ma non ho, il senso di colpa che avrei voluto comportarmi diversamente, la vergogna che ci tengo molto al giudizio degli altri, ecc…

In quanto utili e funzionali, anche le emozioni negative e dolorose sono normali e naturali per il genere umano, non si tratta perciò di qualcosa di patologico.
Il problema quindi non è provare emozioni, ma quando cerchiamo di controllarle, di non sentirle, di scacciarle. Così facendo, non facciamo altro che aumentare la nostra sofferenza e permettere alle emozioni di influenzare le nostre azioni e quindi anche la nostra vita quotidiana.

sofferenza = emozioni negative + tentativi di controllo

In questo breve video puoi vedere cosa succede quando si cerca di controllare alcune delle emozioni più comuni:

 

Per approfondire l’argomento, leggi l’articolo Come gestisci le emozioni negative?

Per conoscere alcune recenti e validate modalità di gestione delle emozioni negative vedi  “4 passi per gestire le tue emozioni difficili”

Categorie: Senza categoria


Il tuo commento verrà reso pubblico solo dopo approvazione da parte di psicomodena.it