Psicomodena.it

Dott.ssa Chiara Rossi Urtoler

In un nuovo rapporto, come in uno già temprato dal tempo, che si tratti di un amico o amica o un parente, giovane o vecchio, dello stesso sesso o dell’ altro, il desiderio di sentirsi apprezzati da chi ci sta a cuore è universale e le modalità di mostrare che ci preoccupiamo per il nostro caro,  sono tante, semplici e non troppo dispendiose.

C’è qualcuno che conosciamo che vogliamo fare sentire amato e importante per noi, qualcuno che ci piacerebbe pensasse a noi calorosamente e capisse quanto sia speciale per noi?

Ecco alcune azioni che ci portano in questa direzione:

1. Condividere con l’altro un caldo ricordo di lui.
Per es. “Mi è venuto in mente quella sera al parco quando abbiamo riso così tanto” oppure “L’altro giorno stavo pensando a quant’era che non ci prendevamo un gelato insieme” e ancora “In una vetrina ho visto un paio di scarpe che ti sarebbero piaciuti”. Sapere di essere considerati, ricordati e ben voluti fa piacere a chiunque.

2. Contatto fisico frequente
Non si sta parlando di qualcosa di intimo, ma un abbraccio entusiasta di piacere quando ci si saluta, o di un tocco leggero sulla spalla quando ci si passa accanto, una stretta amichevole del braccio mentre si cammina fianco a fianco. Gli studi hanno dimostrato che anche il tocco più fugace delle dita, per esempio quando un bibliotecario ha restituito la tessera ad un lettore, ha fatto ricordare al cliente la visita in biblioteca come un’esperienza più piacevole rispetto a chi non avesse ricevuto il contatto (e senza essere consapevole del perché.)

3. Regalare piccoli pensierini.
Che si tratti di qualcosa da mangiare che sappiamo che piace all’altro, o un libro visto in una bancarella a prezzo scontato, una margherita colta nel prato sotto casa, lasciare un biglietto con una citazione che ci ha fatto pensare a lui, o qualsiasi cosa abbia a che fare con  il vecchio adagio “è il pensiero che conta”.

4. Fare sapere cosa si apprezza dell’altro
Fare complimenti per il nuovo taglio di capelli, per la disposizione dei mobili della sala, per il nuovo successo lavorativo oppure fare presente una caratteristica positiva dell’altro che abbiamo notato passando del tempo con lui.

5. Ringraziare l’altro.
Dimostrare che si apprezza quello che lui/lei fa per noi, anche se è un piccolo gesto che spesso tendiamo a dare per scontato.

6. Pianificare un evento con l’altro.
Per esempio, proporre all’altro una pausa pranzo insieme e diversa dal solito, organizzare una cena nel suo posto preferito, portarlo a quella mostra del pittore che gli piace tanto, invitarlo al cinema per la nuova uscita del film che ha dichiarato di voler vedere. Oppure anche offrirsi di partecipare alla sua attività preferita, qualunque essa sia.

7. Fare qualcosa per l’altro.
Qualunque sia il vostro talento, c’è un tempo per farlo entrare in gioco. Sai cucinare? Invita lui o lei a cena o per un caffè e servi qualcosa che hai fatto tu per l’occasione, magari in linea con i gusti dell’altro. Anzi magari proprio cucinando il piatto preferito o con l’alimento che una volta l’altra persona ha dichiarato di gradire. Inutile dire che il fatto di aver considerato e ricordato un commento casuale impressiona positivamente l’altra persona.
Oppure costruire un animaletto di carta piegato tipo origami da mettere sulla scrivania come ricordo di noi, o ancora mettere insieme una serie di canzoni che pensiamo all’altro possano piacere da ascoltare in auto, o altre attività o creazioni che pensate possano fare piacere all’altro.

8. Offrire aiuto.
Che sia portargli le borse quando arriva a casa, o aiuto per la compilazione di un modulo che non sa come fare, o offrirci di andare in farmacia quando non si sente bene.

9. Ricordarsi degli impegni importanti dell’altro.
Dal fare l’in-bocca-al-lupo per l’esame universitario o il colloquio con il capo, ad informarsi a fine giornata di com’è andata la riunione in programma per la mattina o la visita dal dentista.

10. Incoraggiare l’altro. 
Sostenerlo e fargli forza nel raggiungere i suoi obiettivi,  dimostrandogli di credere profondamente in lui, a volte anche più di quanto lui creda in sè stesso. Gioire dei suoi successi come se fossero nostri.

 

 

A volte bastano piccoli gesti per fare capire quanto una persona sia speciale per noi, l’importante, come in tutte le cose, è non esagerare!

Categorie: Senza categoria

*/ ?>

Il tuo commento verrà reso pubblico solo dopo approvazione da parte di psicomodena.it