Cosa fare quando siamo arrabbiati

Image

Cosa fate con la vostra rabbia?

Siete arrabbiati perché vi hanno fatto aspettare ad un appuntamento o perché vi hanno tagliato la strada? O perché il computer non fa quello che volete o perché vi hanno soffiato il parcheggio da sotto il naso?
Tutti si arrabbiano, a volte, ma se vi accorgete di essere sempre arrabbiati, avete bisogno di imparare ad affrontarla perché un eccesso di nervosismo e irritabilità provoca stress e malessere psicofisico, oltre che problemi relazionali.

Il primo passo è comprendere quando siete abitualmente arrabbiati nella vostra vita quotidiana
Per ognuna delle seguenti 12 frasi, indicate in che misura ciascuna vi descrive, assegnandovi 0 punti se non vi riguarda per niente, 1 se vi riguarda un po’, 2 se vi riguarda abbastanza, 3 se vi riguarda molto:
1. La mia famiglia e/o i miei amici mi dicono che mi arrabbio troppo facilmente.
2. Sento spesso che la mia rabbia è eccessiva.
3. La rabbia mi ha causato guai in passato.
4. Provo frustrazione con molta facilità.
5. Rimango arrabbiato più di quanto vorrei.
6. Odio aspettare e che mi facciano aspettare.
7. Piccoli fastidi o contrattempi mi fanno perdere le staffe.
8. Sopporto male le critiche e la disapprovazione altrui.
9. L’incompetenza e la stupidità negli altri mi fanno arrabbiare.
10. Mi arrabbio spesso alla guida e quando il traffico o le file non procedono abbastanza velocemente.
11. Mi fa molto arrabbiare essere trattato ingiustamente o con maleducazione.
12. Nelle discussioni sono io quello che si arrabbia di più.

Se totalizzate meno di 15 punti la rabbia non è una parte rilevante della vostra quotidianità.
Se il vostro punteggio è fra i 16 e i 26, allora la rabbia influisce abbastanza nella vostra vita e potreste prendere in considerazione qualche strategia per ridurla.
Se il vostro punteggio supera i 26, allora forse dovreste seriamente pensare a come poter imparare a gestire la rabbia per migliorare la vostra qualità di vita.

Se la rabbia è frequente e intensa può avere notevoli conseguenze negative sulla nostra vita:
1. Può crearci problemi relazionali con gli altri
2. Se rivolta verso di sé, abbassa l’autostima e riduce la fiducia in sé stessi
3. Provoca stress ed esaurisce le nostre energie fisiche e mentali
4. Può favorire l'insorgere di certe malattie (cardiovascolari, psicosomatiche)
5. Può aumentare il rischio di morte (perché può predisporre infarti, ictus e ateriosclerosi.

La rabbia è quindi sempre e solo negativa e da evitare?

La rabbia è una delle emozioni "di base", fondamentali e comuni per tutti gli esseri umani. E in quanto emozione, non è possibile decidere di non provarla a priori. E anche se è spiacevole, la rabbia, ha un lato utile, degli scopi e delle funzioni per esempio: 
1. Ci segnala che qualcuno o qualcosa ci sta ostacolando nei nostri desideri e scopi, danneggiando o calpestando i nostri diritti.
2. Ci può aiutare a capire che cosa è importante per noi e cosa desideriamo.
3. Ci mette in moto, ci fa sentire attivi e ci sprona a cercare una soluzione o una risposta.
4. Ci aiuta a cambiare il nostro comportamento o la situazione in cui ci troviamo.
5. Ci fa sentire potenti, come se avessimo il controllo della situazione anche quando non è così, ci fa sentire più forti.

Dal momento che ci segnala qualcosa di importante, non ha senso ignorarla, cercare di non provarla, cancellarla o evitarla.

Se vuoi fare subito qualcosa di concreto per affrontare il problema del sonno

Prova l'album di meditazioni "Tutto per il sonno"

Ma allora cosa dobbiamo farne di questa rabbia?
Sfogarsi o non sfogarsi? Questo è il problema!

Molte persone trovano giovamento nell’ascolto di musica o di audio che conciliano il sonno. Ci sono anche varie tecniche di rilassamento fisico e mentale, ma l’approccio più efficace è quello della Mindfulness che può significativamente diminuire le difficoltà e i problemi del sonno.

Puoi trovare tutto questo in un album che raccoglie audio con istruzioni guidate per imparare a dormire meglio, prima e ridurre i risvegli notturni.

Prova l'album di meditazioni "Tutto per il sonno"
Image

Se vuoi fare subito qualcosa di concreto per affrontare il problema del sonno

  • Può educare ad una corretta igiene del sonno, modificando le convinzioni erronee e le abitudini sfavorevoli di chi soffre di insonnia.
  • Insegna metodi e tecniche per ridurre l’attivazione fisica e fisiologica che ostacola un sonno piacevole e duraturo.
  • Aiuta a sviluppare migliori abilità nell’affrontare i problemi che capitano e a regolare le emozioni che accompagnano i problemi del sonno, ad es.: ansia, rabbia, frustrazione, tristezza, impotenza, ecc…
  • Eventualmente può anche lavorare sulle altre preoccupazioni e/o aree che possono portare ad un sonno disturbato.

Approfondimenti